Pietraforte 2014 - Carobbio

Pietraforte 2014 - Carobbio

€58,30
Tipologia: Vino rosso
Annata: 2014
Denominazione: Toscana IGT
Vitigni: Cabernet Sauvignon 98% - Cabernet Franc 2%
Zona di produzione: Toscana, Chianti Classico
Grado Alcolico: 14.0%
Formato: 0.75 Lt Standard
Affinamento: 22 mesi in barriques di rovere francese, poi 12 mesi in bottiglia

IL VINO
Vincitore del premio Medaglia di Platino del Decanter World Wine Awards, è un Cabernet Sauvignon spettacolare.
Il nome deriva dalla particolare pietra presente nel suolo della Conca d'Oro.   

Dal colore rosso granato intenso, al naso si percepiscono frutti rossi maturi, spezie, tabacco con sentori di vaniglia. In bocca risulta secco, corposo, con tannini morbidi e armonico.

ABBINAMENTI
Selvaggina, carne alla griglia e formaggi stagionati.

IL PRODUTTORE
Carobbio si trova nel cuore della Toscana, ovvero nella Conca d'Oro a Panzano in Chianti, al centro di un anfiteatro naturale. La tenuta si estende per cinquanta ettari, tra gli antichi vigneti, olivi e boschi rigogliosi. Qui le vigne di Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Merlot e Pinot Bianco godono di una posizione geografica privilegiata, abbracciata dalle colline e protetta dai monti. Anche la natura del suolo è una conferma dell’elevata vocazione vitivinicola del territorio, come dimostra l’eccellente etichetta “Pietraforte”, che prende il nome da questa specifica pietra presente nel sottosuolo.
Di origini antichissime, Carobbio nel 1479 fu addirittura di proprietà di Antonmaria Gherardini, ovvero il padre della Monna Lisa di Leonardo da Vinci.

I vini Carobbio sono delle etichette veramente eccellenti, di grande ricchezza olfattiva e intensità aromatica, con una freschezza controbilanciata da struttura e potenza. I vini escono solamente dopo un accurato affinamento, decisamente più prolungato rispetto alla quasi totalità dei produttori nel Chianti Classico: questo trasmette vini più pronti, maturi ed in grado di esprimersi meglio nel calice nonostante si percepisca, sopratutto nelle riserve, la grande longevità che hanno ancora davanti.